logo

Famiglia - Stili di vita - Salute - Benessere

Condividi su Facebook

Il multilinguismo fa bene all’economia...

Scritto da

Il multilinguismo fa bene all’economia e ciò non è una semplice affermazione bensì il risultato di una ricerca mirata. Infatti oggi lingue diverse raccolgono una serie di vantaggi, dalle esportazioni di maggior successo a una forza lavoro più̀ innovativa.

Imparare una lingua per entrare a far parte del mondo economico è fondamentale; infatti, ad esempio la Svizzera, attribuisce il 10% del suo PIL al suo patrimonio multilingue. Il paese tra l’altro ha quattro lingue nazionali: tedesco, francese, italiano e un’antica lingua latina chiamata romancio.

I ricercatori hanno a lungo sottolineato i vantaggi individuali di parlare più̀ di una lingua specie in un momento delicato come questo legato alla pandemia del Covid 19 che a livello mondiale sta registrando dati a dir poco apocalittici.

Coloro che non hanno conoscenze degli idiomi internazionali come l’inglese, il francese, lo spagnolo e il tedesco, avranno per questo motivo molte difficoltà ad interagire (di persona e online), con gli interlocutori commerciali nel tentativo di ripristinare vecchi rapporti o dei nuovi.

Al di là dei vantaggi economici immediati, le lingue possono aiutare la forza lavoro di un paese e di coloro che lo raggiungono in modi più̀ sottili e a lungo termine. Il multilinguismo, può̀ quindi fare la differenza quando si cerca di intraprendere una nuova attività̀ o effettuare scambi commerciali.

A questo punto alla domanda in che modo si può̀ rafforzare il proprio capitale linguistico, la risposta è breve e concisa; infatti, frequentare dei corsi, magari coadiuvati da App e come mi avete sempre sentito dire “far sì che l’inglese diventi parte integrante della vostra vita”.

Ed è questo l’elemento vincente che farà̀ la differenza, che vi porterà̀ ad un livello superiore. E non lo dico per vendere i nostri prodotti, ma perché́ l’esperienza dei miei alunni che hanno seguito questo consiglio parla da sola: Ragazzi che in seconda media si trovano a preparare l’esame B2 PERCHÈ HANNO RESO L’INGLESE PARTE INTEGRANTE DELLA LORO VITA.

Diversi studi dimostrano tra l’altro che le lingue aumentano il potere di guadagno. In Florida, ad esempio i lavoratori che parlano spagnolo e inglese guadagnano $7.000 all’anno in più̀ di quelli che parlano solo l’idioma anglosassone.

Da ciò̀ si evince che essere a conoscenza di una lingua internazionale è praticamente indispensabile per inserirsi nel mondo economico globale presente e soprattutto futuro.

Ed il tuo livello di inglese a che punto è?

Tu ti ritrovi in queste parole? Se scoppia un’altra pandemia e ti ritrovassi in smart working saresti in grado di lavorare per un’azienda estera visto che, giunti a questo punto, abbiamo abolito i confini nazionali?

E ANCORA…
Tuo figlia sarà in grado di affrontare un liceo bilingue o l’università̀ bilingue? E tu capiresti quello che sta studiando?

Pochi MI DANNO risposte affermative A QUESTE DOMANDE.

Oggi sappiamo che l’inglese è importante, diciamo che è il futuro, investiamo sui nostri figli, ma la maggior parte dei genitori non è in grado nemmeno di ordinare un caffè a Londra.

Ma per velocizzare i tempi, per accorciare la durata del percorso è necessario, oltre ad un buon corso di inglese fare altro. Non mi stancherò̀ mai di dirlo “RENDETE L’INGLESE PARTE INTEGRANTE DELLA VOSTRA VITA”  e cambiate il vostro approccio all’apprendimento dell’inglese. Lo studio di una lingua per voi e per i vostri figli non può partire con: 

  1. “non ho tempo”
  2. “devo incastrare tutto con lo sport”

Se tu vuoi veramente ambire al livello superiore di inglese DEVI DARTI DELLE PRIORITÀ, e la priorità̀ non può̀ essere incastrare le varie attività della settimana, che si sono importanti, non nego che la danza, il nuoto, il teatro o il pianoforte fanno parte integrante della formazione dei nostri figli, ma non possono essere la priorità nel mondo globalizzato post Covid. 

LA PRIORITA’ DEVE ESSERE L’INGLESE. Organizza la tua tabella di marcia, la tua agenda settimanale partendo dall’inglese e non “se mi avanza un pomeriggio a settimana lo faccio”.

PER ARRIVARE VELOCEMENTE AL LIVELLO SUPERIORE, c’è bisogno di tempo, costanza e dedizione.

Quindi se hai questi requisiti, se vuoi mettere al primo posto l’inglese che sicuramente ti porterà̀ lontano, puoi continuare o iniziare un percorso che ti porterà a diventare perfettamente padrone della lingua inglese.